Un aspetto collegato dunque al gioco d’azzardo è quello dell’usura.

Il fenomeno si collega in due modalità principali: quando il giocatore

incallito si ricopre di debiti di gioco, entrando nella spirale del

credito usuraio per ripianare le perdite; quando un soggetto

subisce un’estorsione da parte delle organizzazioni criminali sulla

vincita appena conseguita. Come per il gioco d’azzardo, sarebbe

più corretto parlare di usura al plurale, a causa delle molteplici

forme con cui si presenta il fenomeno.

 

In base alla classificazione proposta da Maurizio Fiasco#21 si possono

individuare due macro aree (usura classica e usura della criminalità organizzata)

e al loro interno altre sotto-classificazioni. L’usura classica, distinta in

cinque segmenti, contiene nove segmenti di usura, e si caratterizza

per le modeste evidenze giudiziarie e lo scarso allarme sociale.

L’usura della criminalità organizzata si caratterizza invece per le

reti di accordi collusivi e le forme di investimento negli apparati

economici locali con alterazioni del mercato bancario, e si distingue

in cinque segmenti.

 

 

 

USURA DI VICINATO Piccoli prestiti Famiglie, piccoli commercianti, artigiani Truffe

 

USURA DI QUARTIERE Piccoli prestiti Famiglie, piccoli commercianti, artigiani Truffe, Ricettazione

 

USURA DEI FORNITORI Interessi su merce non pagata, cambio assegni Commercianti Esercizio abusivo di attività parabancaria, racket, appropriazione indebita, truffe

 

USURA D’UFFICIO E OSPEDALIERA Attività mutualistica degenerata Dipendenti pubblici Corruzione, toto nero, esercizio abusivo di attività parabancaria

 

USURA TRA COMMERCIANTI Interessi su merce non pagata, cambio assegni Commercianti Esercizio abusivo di attività parabancaria, racket

 

CRIMINALITA’ ORGANIZZATA LOCALE Prestito di denaro Piccoli commercianti, artigiani, cittadini Ricettazione, giro di assegni rubati, gioco d’azzardo

 

CRIMINALITA’ DI STAMPO MAFIOSO Attività parabancaria Grandi imprenditori, famiglie benestanti Estorsione, riciclaggio, corruzione, racket, gioco d’azzardo, traffico di stupefacenti

 

USURA SU EXTRA COMUNITARI Prestito di denaro Extra comunitari, prostitute Racket, sfruttamento prostituzione, ricettazione

 

USURA SU GIOCATORI D’AZZARDO Prestito di denaro Giocatori d’azzardo Estorsione, riciclaggio, ricettazione

 

Ecco gli elementi che permettono di distinguere i due macrosettori:

 

• l’obiettivo perseguito: la prima è tendenzialmente

praticata da un usuraio-parassita, che condivide con la vittima

l’ambiente sociale, il cui scopo è lucrare il più possibile sulle

possibilità di liquidità di questi. La seconda, praticata dalla

criminalità organizzata di stampo mafioso, punta alla spoliazione

totale delle vittime e, in alcuni casi, a coinvolgerle in altre pratiche

illecite.#22

 

• la provenienza del capitale da investire: nel primo caso

si reinvestono risparmi, liquidità o il ricavato di piccoli reati.

Nel secondo, i proventi sono figli di altri reati: gioco d’azzardo,

ricettazione, riciclaggio di denaro sporco o gestione di capitali

per conto delle mafie.#23

 

L’usura, quindi, tende a essere sempre più un reato associativo. Un

fenomeno che ha qualcosa di antico negli obiettivi che si prefigge,

nella violenza con la quale si esercita, nella disperazione in cui

getta le vittime, ma ha anche molto di assolutamente moderno

e sofisticato soprattutto nelle forme con cui viene esercitata, nel

sapersi camuffare, nel tenere basso il livello di allarme sociale.#24

 

Volendo fare un cenno alla dimensione del fenomeno in Italia, i

dati più recenti ci parlano di un giro di affari annuo di 20 miliardi

di euro che coinvolge circa 180.000 commercianti di cui 9.500 in

Piemonte. L’usura costringe alla chiusura 50 aziende al giorno e ha

bruciato, nel 2010, circa 130.000 posti di lavoro#25. La categoria più

colpita dagli usurai (40.000 quelli stimati in Italia, la maggior parte

conosciuti dalle Autorità Giudiziarie) è quella dei commercianti che

operano nel settore dell’abbigliamento, delle calzature, nel settore

agro – alimentare, principalmente rientranti in una fascia d’età che

si aggira intorno ai cinquant’anni.

 

Tra le principali cause per cui si ricorre al prestito ad usura vi è il gioco d’azzardo.

In generale, si può affermare che aumentando il volume d’affari del gioco d’azzardo,

come confermano i dati, aumenta anche la domanda di liquidità e quindi il ricorso all’usura.

Nonostante il sistematico calo delle denunce, che ne conferma

la caratteristica di fenomeno sommerso, l’usura è in costante

aumento come dimostrano le cronache giornalistiche e il numero

sempre maggiore di richieste d’aiuto pervenute alle Fondazioni

Anti-usura.

 

Come per l’usura, molto alto e non quantificabile, è il

numero delle estorsioni non denunciate. Dall’ultimo Rapporto Sos

Impresa, si evince che il fenomeno del racket, la tassa della mafia

per eccellenza, coinvolge almeno un milione di imprenditori sui

circa cinque milioni che operano in Italia.

Molto spesso la riscossione periodica del pizzo è solo una delle

modalità con le quali viene esercitato il racket delle estorsioni, un

primo passo che consente all’organizzazione criminale di penetrare

in mercati particolarmente rilevanti (come quello dell’edilizia).

Pur non tralasciando la pratica del pizzo oggi, la criminalità

organizzata e mafiosa “entra nell’impresa con faccendieri,

intermediari, pseudo imprenditori che offrono merci rubate o

contraffatte, impongono acquisti, vendono gadget inutili quanto

costosi”#26, ma anche, tornando al gioco, imponendo l’installazione

di macchinette fornite da un gestore prescelto poiché colluso.

 

Alcuni dati

Il bilancio di attività per l’anno 2010 del Comitato di solidarietà

per le vittime dell’estorsione e dell’usura ci aiuta a dare una

rappresentazione dei numeri delle richieste d’aiuto da parte delle

vittime.

 

COMITATO DI SOLIDARIETA’ PER LE VITTIME DELL’ESTORSIONE

E DELL’USURA

Bilancio di attività 2010

 

ISTANZE ESAMINATE: 1657

ESTORSIONE 751

Accoglimenti 178

Non accoglimenti 195

Altro 378

 

SOMME DELIBERATE IN PIEMONTE

USURA 906

Accoglimenti 127

Non accoglimenti 294

Altro 485